Circe
Avventurina consiglia LIBRI,  Libri e serie TV

«Circe» un libro di Madeline Miller

Bentornati su questo blog e buon 2020!!!
Iniziamo questo nuovo anno col botto e con uno stile un po’ diverso dal solito, ma sempre con tanta voglia di farvi conoscere avventure meravigliose.

Non ve l’ho mai detto, ma sin da quando ero a liceo ho sempre amato moltissimo la letteratura greca.
Ero completamente affascinata dai miti, dalle storie dei mortali che speravano che gli dèi fossero dalla loro parte in una contesa, dalle continue lotte sull’Olimpo.

Capirete bene quindi, come possa essermi sentita quando ho scoperto l’esistenza di un libro che parlava proprio di tutto questo.
Oggi vi parlo quindi del romanzo «Circe» di Madeline Miller, in cui andremo proprio alla scoperta della storia di Circe, dea e maga di Eea.
Ed in un tempo lontano, ancora prima che Ulisse lasciasse la sua Itaca, che Teseo uccidesse il Minotauro e che Medea aiutasse Giasone a rubare il vello d’oro, potremo chiederci: e se oltre a tutto quello che abbiamo sempre letto e studiato, ci fosse di più?

L’autrice
Circe Madeline Miller

Madeline Miller è una scrittrice statunitense, cresciuta a New York e Filadelfia. Ha studiato lettere classiche alla Brown University ed ha insegnato greco e latino per anni nei licei americani.
Nel settembre 2011 pubblica il suo romanzo d’esordio, La canzone di Achille, con cui vince il Women’s Prize for Fiction.
Nel 2018 pubblica il suo secondo libro, Circe, incentrato sulla figura della strega di Eea al di là dell’episodio narrato da Omero nell’Odissea.

Perché leggerlo

Sin dalle prime pagine di «Circe», ho subito pensato che questo libro così all’apparenza di «nicchia», sia in realtà un libro adatto a tutti.
Questo perché è un vero e proprio romanzo che, seppur basato su una solida conoscenza di fonti e testi, non va a riprendere la storia che tutti conoscono così come viene raccontata nell’Odissea.
Ci viene presentato infatti il personaggio di Circe sin dalla sua nascita, analizzando il rapporto con i suoi fratelli ed i suoi genitori (Helios, dio del Sole e la ninfa Perseide), le prove che deve affrontare, il suo esilio sull’isola di Eea, il suo essere madre.
Si scava quindi in profondità per far conoscere al lettore una figura senza dubbio ambigua, spietata ma anche caritatevole, minacciosa ma anche amica, una divinità ma anche un essere umano.

Molto interessante anche la parte dedicata alla vita di Circe sull’isola di Eea, date le pochissime antiche informazioni che conosciamo grazie ad Omero.
Qui Madeline Miller dà il meglio di sé con un racconto dettagliato e minuzioso delle giornate trascorse dalla dea, le avventure e le difficoltà che si presentano, il suo scoprire e affinare la magia.
Tutto questo fa comprendere meglio il carattere di Circe e le motivazioni per l’utilizzo di violenza o di arti magiche.

Se arrivati fin qui siete rimasti affascinati da quello che potreste trovare nel libro, ma la vostra paura principale è quella di non ricordare bene i personaggi ricorrenti nell’Odissea, questo o quell’altro mito greco o non vi siete mai approcciati a racconti di questo tipo, non preoccupatevi: alla fine del romanzo infatti, troverete un breve ma esaustivo elenco dei personaggi citati nell’opera e relative imprese o ruoli, tutto suddiviso in Divinità Titanie, Divinità dell’Olimpo e mortali.

Conclusione

Oggi ho deciso di farvi conoscere un’altra parte di me, proponendovi un genere un po’ diverso rispetto al solito ma che potrebbe interessare allo stesso modo.
Spero che apprezzerete questa varietà di libri: fatemi sapere cosa ne pensate, se acquisterete il libro «Circe» di Madeline Millers o magari se lo segnalerete a qualche vostro amico appassionato come me di letteratura greca.

Lasciatemi un commento qui o sulla mia pagina Instagram se vi va di discuterne meglio, e non dimenticate di suggerire questo blog a tutti i vostri amici 🙂

Vi ricordo infine che potete leggere Circe sia in lingua originale (inglese) che in italiano, e lo potete acquistare direttamente cliccando sui link Amazon di seguito.

         

 

 

SHARING IS CARING

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto