Peaky Blinders
Avventurina e le SERIE TV,  Libri e serie TV

«Peaky Blinders»: la serie tv gangster del secolo

Perché vedere assolutamente la serie TV «Peaky Blinders»?
Beh probabilmente se fossero Arthur o Polly a scrivere questo articolo, direbbero semplicemente che dovete farlo «per ordine dei fot**ti Peaky Blinders»  ma dato che alla tastiera ci sono io, facciamo un passo indietro!

Peaky Blinders

La trama 

Peaky Blinders è la serie creata da Steven Knight, un crime drama ambientato a Birmingham negli anni ’20 del Novecento, subito dopo la Prima Guerra Mondiale.
Protagonista della storia è una famiglia di gangster, gli Shelby, conosciuta in città come i “Peaky Blinders” per l’usanza di nascondere una lama di rasoio nella visiera dei propri berretti ed usarla poi come arma.

Il leader della banda è l’ambizioso boss Thomas Shelby, un ex soldato reduce dalla guerra, che dopo aver preso possesso di un carico di armi da una fabbrica locale, finisce nell’occhio del mirino di un ispettore inviato a Birmingham da Winston Churchill, con l’intento di ripulire la città da comunisti, membri dell’IRA, mafiosi e criminali comuni.

Contemporaneamente Grace Burgess, una donna dal passato misterioso, arriva in città e attira l’attenzione di Tommy.
Ma la scalata sociale degli Shelby è solo agli inizi e la lista dei nemici da abbattere è molto lunga.

Perché vedere “Peaky Blinders”

La serie “Peaky Blinders» è composta da 6 episodi per ogni stagione (è terminata la 5ª ad ottobre 2019 ed è attualmente  in produzione la sesta) della durata di un’ora circa.
Perché vederla?

CAST E COLONNA SONORA
Questa serie vanta un cast eccezionale: Cillian Murphy (Tommy Shelby), Helen McCrory (Polly Shelby), Tom Hardy (Alfie Solomons) Joe Cole (John Shelby) Sophie Rundle (Ada Shelby) solo per citarne alcuni, che insieme all’intera compagnia sono i protagonisti indiscussi del grande successo.
La colonna sonora poi è impeccabile ed in attimo vi sembrerà di poter camminare tra i bassifondi di una Birmingham del dopoguerra.

LE DONNE SHALBY
Se qualcuno ha ingenuamente pensato che “Peaky Blinders» si rivolga solo agli uomini, direi che siete decisamente fuori strada (anche perché io chi sono, scusate??).
Non voglio dare spoiler, ma dico solo che senza le donne Shelby la famiglia non sarebbe decisamente la stessa.

BUONI O CATTIVI?
Ci siamo trovati in un’altra occasione (qui) a far fronte a questo problema: come è possibile iniziare a tifare e ad affezionarsi alla famiglia Shelby dopo solo il 1° episodio della 1ª stagione?
Eppure….

LINGUA ORIGINALE
Un consiglio spassionato lo accettate?
Guardate assolutamente Peaky Blinders in lingua originale con o senza i sottotitoli in italiano, ma non perdetevi l’opportunità di sentire i dialoghi con l’accento e la cadenza dei protagonisti perché credetemi, ne vale davvero la pena!

Curiosità

Volete conoscere anche alcune curiosità che ho scoperto sulla serie?

1.) I Peaky Blinders sono realmente esistiti ed erano una famigerata gang di Birmingham di fine ‘800, conosciuta però solo per piccoli furti.

2.) Cillian Murphy non fuma, a differenza del suo personaggio nella serie che ha sempre una sigaretta accesa.
Per ovviare al problema l’attore irlandese fa uso di sigarette alle erbe e solo nella 1ª stagione si è stimato che ne siano state accese più di 3.000!

3.) Sebbene sia una serie tv con le dovute esigenze sceniche e narrative, “Peaky Blinders” racconta tanta storia: a partire dalla Guerra Mondiale ed il relativo stress post traumatico di molti soldati per arrivare a personaggi politici e gangster realmente esistiti.

4.) Il regista ha dichiarato di aver ricevuto richieste da Brad Pitt, Snoop Dog e A$AP Rocky, per avere una parte in “Peaky Blinders».
La serie piace davvero a tutti!

Peaky Blinders

 

Conclusione

Fatemi sapere se conoscete questa serie (non è pazzesca?) o se inizierete a guardarla dopo aver letto l’articolo!
Non dimenticate di lasciare un commento con le vostre opinioni qui sotto e passate a trovarmi anche sulla mie pagine Instagram e Facebook.

Ed ora, by the order of the Peaky Blinders.…e di Avventurina (ahahaha scusatemi!), andate su Netflix e gustatevi tutte le stagioni 🙂

 

 

SHARING IS CARING

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto